La presidenza di Jimmy Carter e i diritti umani

Jimmy Carter’s presidency and human rights

Autori

  • Giuseppe Mammarella

Parole chiave:

Jimmy Carter, Human rights, Domestic policy, International relations, Cold War

Abstract

Questo saggio si propone di analizzare il percorso che Carter ha portato avanti sul tema dei diritti umani, probabilmente la battaglia di maggiore distinzione intrapresa dalla Presidenza nell'arco di quattro anni. Partendo dalle critiche rivolte al Presidente Carter dopo la sconfitta contro Reagan, il contributo mette in luce non solo gli aspetti critici - sia in politica interna che in politica estera - ma anche i successi e i punti meno noti del dibattito sui temi legati alle posizioni del Presidente di Pianura, ripercorrendo le valutazioni così considerate dall'opinione pubblica americana. Le qualità, le politiche, il programma e i mandati presidenziali che Carter cercò in tutti i modi di recuperare - soprattutto dopo le vicende del Watergate - rappresentarono i punti di riferimento di un mandato complesso, ma comunque significativo per la storia degli Stati Uniti.

This essay aims to analyse the path that Carter brought forward on the issue of human rights, probably the battle of greater distinction undertaken by the Presidency in the space of four years. Starting from the criticism to President Carter after his defeat against Reagan, the contribution highlights not only the critical aspects – both in domestic policy and in foreign policy – but also the successes and the lesser-known points of the debate on issues related to the positions of President of Plains, going over the ratings so regarded by the American public opinion. The qualities, policies, program and terms of presidential office that Carter tried in every way to recover – especially after the events of Watergate – represented the reference points of a complex mandate, but, however, significant to the history of United States.

Pubblicato

2023-06-01 — Aggiornato il 2023-06-01

Versioni

Fascicolo

Sezione

Saggi