Il multiculturalismo canadese: un modello perfetto?

Canadian multiculturalism: a perfect model?

Autori

  • Fabrizio Nava

Parole chiave:

Canada, Multiculturalism, Trudeau, Québec, Toronto, Global Village

Abstract

La società canadese è stata definita fino agli anni Sessanta da una situazione di "due solitudini", in cui le comunità inglese e franco-canadese vivevano separate. Per neutralizzare la pressione a tradurre questa situazione in un progetto politico di due nazioni separate, Pierre Elliott Trudeau propose una visione in cui il Canada sarebbe diventato un Paese bilingue in cui i franco-canadesi avrebbero potuto sentirsi a casa. Dagli anni '80, il multiculturalismo si è rivelato uno strumento efficace per l'integrazione di comunità di immigrati ampie e diverse. È una questione di orgoglio per i canadesi, che hanno abbracciato la visione del mosaico canadese presentandolo come un'alternativa al modello del Melting Pot adottato dai vicini Stati Uniti. Il multiculturalismo è anche criticato perché alimenta il senso di appartenenza a culture e comunità esterne al Canada, ostacolando un'integrazione efficace e incoraggiando potenzialmente una visione della società divisa per etnia e razza. Il Québec presenta sfide uniche, essendo l'unica provincia con una maggioranza di canadesi francesi, mentre Toronto viene presentata come l'esempio più riuscito di multiculturalismo canadese.

Canadian society was defined until the 1960s by a situation defined as “Two Solitudes”, where the English and French-Canadian communities lived in separation. In order to neutralize the pressure to translate this into a political project of two separate nations, Pierre Elliott Trudeau proposed a vision where Canada would become a bilingual country where French Canadians could feel at home. Since the 1980s, multiculturalism proved to be an effective tool in the integration of large and diverse migrant communities. It is a matter of pride for Canadians, who embraced the vision of Canadian Mosaic presenting it as an alternative to the Melting Pot model adopted by the neighboring United States. Multiculturalism is also criticized for nurturing the sense of belonging to cultures and communities outside Canada, standing in the way of effective integration and potentially encouraging a vision of society divided by ethnicity and race. Québec has unique challenges due to being the only Province with a majority of French Canadians, while Toronto is presented as the most successful example of Canadian multiculturalism.

Pubblicato

2022-12-10 — Aggiornato il 2022-12-10

Versioni

Fascicolo

Sezione

Saggi